Mettiamo il Cancro all’angolo!

Ad un certo punto una cellula impazzisce.

Questo succede quando insorge il cancro: una cellula perde alcune sue proprietà, ne acquisisce altre, e comincia a moltiplicarsi al di fuori di ogni regola e in maniera anomala.

Che peso specifico ha una vita umana? Ecco, qualsiasi sia il suo peso specifico, e sono sicura che è un numero infinitamente grande elevato all’infinito, sappiate che si basa su entità infinitamente piccole.

Ad oggi sono stati fatti molti progressi nella ricerca, ma ancora non esiste una cura certa al 100%.

Per questo motivo noi abbiamo il dovere di preservarci, informarci ma soprattutto di dare il nostro contributo…

… perché non devono più esserci

sogni infranti,

vite spezzate,

persone dimezzate,

bambini che crescono senza una mamma o un papà.

Noi possiamo fare qualcosa. Trovate tutte le informazioni sul sito dell’ AIRC (http://www.airc.it/default.asp)

Grazie 🙂

Annunci

Tag:, , , , , , ,

9 responses to “Mettiamo il Cancro all’angolo!”

  1. theweirdalien says :

    Giustissimo! Infatti domani andrò subito in piazza a prenderne 🙂 (ma anche se dovesse capitare come l’ultima volta che le avevano finite, la donazione è doverosa)
    Aiutiamo la ricerca!!

  2. icittadiniprimaditutto says :

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. Flower says :

    Ehhhhhhhh ma perchè non scrivi più????
    Ho preso le arance sabato scorso 🙂 ti ho pensata in primis perchè venivano dalla tua terra e poi perchè so che ci tenevi!!!! 🙂 Domani mattina cercherò di svegliarmi presto solo per potermi fare una bella e salutare spremuta!
    Miss U 😦 torna a scrivere…se puoi :*

    • Roberta says :

      Ahahah, hai ragione… è che la neve aveva seppellito anche i miei pensieri!!!Scherzo, giornate a passare a trotterellare, ma mi rifarò presto se so che mi leggerai :* TVB ❤

      • Flower says :

        Certo che ti leggo!!!
        Stavo sbirciando il mio vecchio blog per ritrovarmi un po’ (ahahahah) e…guarda un po’ invece cosa ho trovato:
        “Decidere è un po’ morire.
        Si perdono delle possibilità che non torneranno quasi mai.
        Si perdono dei rapporti, talvolta anche degli amici: c’è un limite di comprensione che allontana quando è venuto il momento di scegliere e non è possibile “tenere tutti dentro”.
        Soprattutto, decidere è separarsi, ogni volta di più: dalla propria storia, dalla voglia di continuità, dalle sicurezze degli “stadi intermedi”, dalla felice sospensione in cui tutto sta per succedere e nulla ancora è pregiudicato. Ogni decisione, in genere, finisce per lasciarci più soli con noi stessi e dunque più esposti: al giudizio, alla condanna, talvolta all’abbandono. Quasi sempre poi la decisione innesca discussioni senza esito sulla sua necessità, sui tempi, sui modi: rimettendo così in questione la nostra capacità di valutazione.
        Per tutte queste ragioni si è portati, oggi, a decidere così poco. A rimandare. O, sempre più spesso, a mettere in dubbio, nei fatti, le decisioni che già erano state prese.
        E anche perché la decisione è, molto spesso, un fatto di pancia, di emozioni, almeno quanto lo è di testa e di razionalità.

        Il problema alla fine non è da che parte stare, con una decisione che sarà sempre opinabile; ma piuttosto quale dignità salvaguardare.”

        Pier Luigi Celli

        🙂 per stasera la prendo come una risposta, un segno…una vaga illuminazione o semplicemente: una speranzaaaaaaaaaaaa!!!!!

        🙂

        • Roberta says :

          Concordo anche io con questi concetti, anche se la mia visione è comunque meno drastica. Crescere ci porta a dover fare delle scelte e fare delle scelte ci permette di crescere, ma non siamo mai soli, stare con noi stessi non significa necessariamente essere soli, e tu non lo sei e questo lo devi sapere.
          Sei cresciuta tanto in quest’ultimo anno e soprattutto hai capito più che mai una cosa importante: tu vali molto. 🙂

          Buona giornata ❤

          • Flower says :


            “La difficoltà nel costruire una zattera, ho la scatola dei ricordi che esonda…ti prego torna ti prego torna ti prego torna ti prego torna ti prego torna…………………………………………………….da dove sei venuto finchè non capisco come mai….”
            La saggezza di un Dente! 🙂

  4. confusionediparole says :

    Studiando il cancro, mi sono accorta di quanto sia subdolo ma al contempo fascinoso. Mette in atto una serie di cambiamenti e trasformazioni per sfuggire al sitema immunitario. Insomma è come uno ragazzo “stronzo” che ti raggira pur di fregarti!

    • Roberta says :

      La malattia in sè mi fa schifo, però hai ragione a dire che è affascinante realizzare in che modo subdolo funzionino queste cose… il corpo umano e tutto ciò ad esso annesso è veramente un universo interessantissimo!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: